Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy, consultala se vuoi negare il consenso. Acconsenti all’uso dei cookie?

03.10.2018 | Armadio Verde Team

Cambio armadio autunnale, gli errori da non fare

 

Una breve guida di sopravvivenza che ti ricorda le basi per non commettere banalità e superare brillantemente un momento dell'anno piuttosto stressante

 

È altamente probabile che tu abbia letto, sperimentato, ascoltato, cercato informazioni su come fare al meglio il cambio armadio. Che è un momento a tratti tragico dell'anno, con tutti gli impegni quotidiani che si accavallano, il tempo che è cambiato repentinamente e i maglioncini di cotone non vanno più bene ma i blazer sono ancora imbustati da qualche parte. Ecco, avrai sentito dire di tutto su come superare in modo indolore questo passaggio, senza stress, andando a colpo sicuro, organizzandoti per tempo. Ma se ancora non ce la fai, se ancora hai problemi a fronteggiare l'esperienza, forse è il caso di cambiare tattica. Ecco quindi una lista di errori che NON devi commettere. Inizia con eliminare questi problemi e ti troverai con ogni probabilità più a tuo agio.

Vediamoli insieme:

 

 

 

ERRORE 1 – Non fare una selezione

Non devi tenere tutto. Cambiano le mode, le taglie, i gusti. Non ti accanire. Ci sono molte cose che puoi fare con i vestiti che non vuoi più tenere. Per esempio inviarli ad Armadio Verde e iniziare a scambiare, in modo da avere un guardaroba rinnovato. O darli ad amiche e conoscenti, ma anche ad associazioni di beneficenza.

 

ERRORE 2 – Ridursi all'ultimo

Non sono molte le persone che sprizzano di gioia pensando di dover fare il cambio armadio. Ma va fatto. Quindi non aspettare quando fuori ci sono 5 gradi per deciderti a procedere perché no, non puoi andare avanti a vestirti a cipolla con 3 maglie di cotone una sopra l'altra. Ridursi all'ultimo non fa che aumentare il fastidio e spostare in là il momento fatidico è solo snervante. Piuttosto, datti un tempo. Va fatto tra fine settembre e metà ottobre. Prenditi una mezza giornata, magari quando sai che sei in casa da sola.

 

 

ERRORE 3 – Mettere via le cose senza lavarle

Non farlo mai, te ne pentirai amaramente, magari maledicendoti. Perché hai solo posticipato il momento in cui dovrai mettere tutto in lavatrice. Le macchie si fissano, gli odori diventano penetranti e il rischio è che i segni siano irreversibili. Prenditi cura dei tuoi capi, quando in primavera tirerai fuori tutto, sarai solo contenta e avrai un problema in meno.

 

ERRORE 4 – Sistemare alla rinfusa

Se complice la fretta stipi tutti i vestiti alla rinfusa, rischi 1. di non ricordarti nemmeno che cosa hai a disposizione (semplicemente perché non vedi i capi) e 2. di utilizzare sempre e solo le solite cose, ovvero quelle a portata di mano. Non serve una perizia ingegneristica ma è preferibile disporre maglie, maglioni e tutto il contenuto dei cassetti in modo che a colpo d'occhio tu riesca ad avere una panoramica generale. E non capi sovrapposti o peggio, nascosti nei cassetti. Idem per tutto quello che appendi sulle grucce: non utilizzare la stessa caricandola con 10 capi diversi o non ti verrà mai in mente che cosa si cela sotto.

 

ERRORE 5 – Appendere a caso

No, non appendere i maglioni o le maglie. È sicuro che si deformeranno in modo orribile. Li devi piegare, con impegno. Non porta via poi tanto tempo, anzi, è fattibilissima e i vantaggi sono alti. Fronte pantaloni: anche qui piegare a caso è una cattiva idea. Prendi spunto dalle tintorie che lo fanno seguendo la linea di piegatura. Se hai un guardaroba alto, puoi disporli in verticale per la vita o per l'orlo.