Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy, consultala se vuoi negare il consenso. Acconsenti all’uso dei cookie?

28.03.2019 | Armadio Verde Team

Etnico, nomade, chic: gli stili gitani della prossima primavera/estate

 

Non sono mai veramente passati di moda, continuano a piacerci. Scopriamo quali sono i capi imperdibili della bella stagione

 

Li rispolveriamo ogni anno, da tantissimo tempo. Chiamiamoli come vogliamo: gitani, etnici, nomadi, etnico chic, i nomi sono tanti. Ma il concetto è uno solo e ci fa pensare subito a tutti i meravigliosi capi e accessori primaverili ed estivi che ci riportano alle atmosfere di Ibiza, di Lanzarote. Paesaggi e stili unici che si mescolano tra di loro. Arrivano le frange, i vestiti ampi, le gonne lunghe, le stampe macro, i colori terrosi della natura. Subito da imitare in città, anche perché spesso sono sinonimo di comodità e praticità, senza trascurare lo stile.

Ecco una carrellata di must have da possedere quest'anno per arrivare preparate e sfoggiare un look impeccabile.

 

 

- i materiali. Sono importantissimi. Quelli adatti per questo genere di capi sono i tessuti naturali, meglio se non tinti. Colori neutri preziosissimi. Pensiamo al lino, che viene tagliato in morbide giacche e blazer, oppure in comodissimi pantaloni freschi e ampi. O ancora in camicione bianche oversize, da portare rigorosamente con le maniche arrotolate sugli avambracci.

 

- il foulard è d'obbligo. Annodato sulla testa in mille modi (ci sono decine di tutorial online che vi insegneranno a posizionarlo), si colora delle fantasie più svariate. I toni delicati come quelli più carichi sono egualmente perfetti. Anche questa non è una novità: quante icone di stile degli anni Sessanta lo hanno portato con gli occhialoni scuri?

 

 

- una combo che vi piacerà è la gonna plissettata lunga fino ai piedi da cui sbucano le espadrillas. Outifit comodo e pratico, sempre funzionale e fresco. I colori? Terra di Siena, mattone, tutte le tonalità del verde scuro.

 

- la borsa è maxi. Ci sta dentro tutto. È comoda, di pelle morbidissima con tanti scomparti interni ma dalle linee pulite e semplici. Alternativa: una tracollina di cuoio e una shopper di tessuto organico da riempire con tutto quello che non sta nella borsa. Ma ricordatevi: rigorosamente pelle o fibre naturali.

 

- l'effetto pizzo, o meglio l'effetto uncinetto, è sempre apprezzato. Recuperate vecchi capi che tenevate in fondo al cassetto, fate un giro da vostra madre o vostra nonna. Corpetti, abitini da mare, gonne, top corti: l'uncinetto si prende tutto. Meglio se in bianco.