Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy, consultala se vuoi negare il consenso. Acconsenti all’uso dei cookie?

11.08.2019 | Armadio Verde Team

Il magico potere della gonna nera

Gonne second hand su Armadio Verde

di Rossella Calabrò

 

Le gonne. Amate oppure snobbate, privilegiate oppure dimenticate, sono dotate di un potere da non sottovalutare. Soprattutto quelle nere, che fanno un po' strega, ma strega di quelle strafighe, tipo Grimilde, Maleficent, mica Maga Magò, per dire.

 

Io l'ho sottovalutato per anni, il potere delle gonne nere, cedendo ai richiami da sirena dei jeans, tanto comodi e facili da abbinare. Il potere delle gonne l'ho riscoperto quando mi sono iscritta a un corso di danza. Se siete un po' delle schiappe come me, per esempio, noterete che qualunque passo di danza, anche il peggio eseguito (e io modestamente sono una specialista nelle pessime esecuzioni), se mosso con una gonna ampia addosso diventa bellissimo. Magari non corretto dal punto di vista tecnico, ma bellissimo.  Lo stesso la camminata. Con una gonna ampia addosso, diventa danza. Anche se magari stiamo andando a fare la spesa, smoccolando per la fretta e muovendoci un po' come mammuth in fuga dall'era glaciale, il nostro passo ha un suo fascino. Lo sentiamo, questo fascino, e automaticamente ci sentiamo più belle. Mica una cosa da poco, andando di corsa al supermercato a comprare le scatolette di cibo per il gatto, no?

 

Poi ci sono le gonne corte. Da Mary Quant in poi, un'idea geniale, ai tempi trasgressiva, ora soltanto bella e anche comoda. Una mini nera, abbinata o a delle gambe toniche e abbronzate o, se non disponiamo di cotanta ricchezza, a un paio di calze pesanti, magari nere a fiori bianchi, fa faville. (Per le calze pesanti aspettiamo l'autunno, certo :) ). Le gonne corte, con le calze, sono comode come dei leggings, se ci pensiamo. Gambe libere di muoversi, e sederi ben fasciati.

 

E le gonne di media lunghezza? Bah, a me quelle non piacciono, se devo dire la verità. O lunghe, o corte. Ampie, oppure aderenti, ma devono avere una personalità forte. Cosa che la lunghezza media non dà mica tanto. A meno che non le abbiniamo a qualcosa di strepitoso, che tolga un po' di polvere a quel look da sciura. A volte basta anche una collana pazzariella, magari a fiorelloni, coloratissima. O un paio di anfibi ai piedi. O una t-shirt optical, a righe. Il segreto è sperimentare. Provare un abbinamento, uscire, fare anche solo il giro dell'isolato, e vedere come ci sentiamo. Se ci sentiamo bene, l'outfit è quello giusto.

 

Non lo dico perché scrivo per Armadio Verde, giuro, ma cosa c'è di meglio che avere la possibilità di sperimentare spendendo pochissimi euro? Ci scegliamo due o tre gonne nere, di modelli diversi, e poi qualcosa di bianco, o di rosso, o magari ancora di nero, da abbinare. On-line abbiamo tutto il tempo che vogliamo per studiare l'abbinamento perfetto. Una volta deciso, ce lo facciamo arrivare a casa. E diamo inizio alle danze.

 

P.S. A proposito, a settembre iscrivetevi a un corso di danza, fatelo assolutamente. Ce ne sono anche per negate, lo dico per esperienza. :) Danzare, anche male, è la cosa più magica che possiamo regalare al nostro umore.

 

 

 

 

#abbigliamento usato, #blog moda, #donne, #tè verde, ##armadioverde, ##rossellacalabrò, #second hand, #gonne lunghe, #gonne, #gonne nere, #minigonne, #Mary Quant, #danza, #corso di danza, #collant a fiori, #leggings, #anfibi, #outfit, #abbinamenti moda, #bianco e nero, #shopping on line