Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy, consultala se vuoi negare il consenso. Acconsenti all’uso dei cookie?

10.11.2020 | Armadio Verde Team

La fibra più leggera e sostenibile: il kapok!

 

Il Kapok è una fibra naturale che si ottiene dai frutti di uno albero molto diffuso in  sud America: la Ceiba pentandra, detta Ciba, della famiglia delle Bombacee.

 

I frutti di questa pianta, un maestoso albero che può arrivare oltre i 60 m di altezza, considerata in tempi antichi uno dei simboli sacri della mitologia Maya, contengono una massa densa di fibra che, a seguito di un’attenta lavorazione, viene trasformata in un filo utilizzabile per produrre l’imbottitura di cuscini, materassi, trapunte e  tessuti.

 

La caratteristica più importante del Kapok, detto anche “lana vegetale”, è la sua densità di 0,35 g/cm³, che la rende la fibra naturale più leggera del mondo. Si tratta di una fibra cava lunga da 2 a 4 cm, che contiene al suo interno circa l’80% di aria.  Questa caratteristica unica ha indotto per molto tempo a ritenere impossibile filare il Kapok.

Grazie ai recenti sviluppi dell’industria tessile ed ai moderni metodi di filatura, alcune aziende di abbigliamento hanno introdotto questa nuova fibra naturale, ad esempio nella produzione di pantaloni. Tuttavia l’uso più comune di questo materiale è per la produzione di cuscini.

 

Kapok: fibra leggera, biologica ed eco-sostenibile

La morbida e leggera fibra di Kapok è in grado di donare una grande morbidezza ai tessuti e all’imbottitura di cuscini e materassi, conferisce loro una gestione eccellente dell’umidità ed è anche molto resistente, oltre ad essere realmente biologica, eco-compatibile ed eco-sostenibile.

Il Kapok è una fibra totalmente biologica in quanto cresce spontaneamente in natura, inoltre è estratta a mano dai baccelli della pianta. Scegliere questo prodotto ci aiuta a migliorare l’ambiente:  non sono necessarie coltivazioni intensive e la fibra viene raccolta a mano. Aumentando il consumo di questa fibra aumenta anche la coltivazione di nuove piante arricchendo di linfa vitale e ossigeno le foreste da cui provengono.

 

Grazie ad un ciclo di vita naturale che rispetta l’ambiente, la sua origine naturale/biologica con la sua coltivazione senza l’utilizzo di fertilizzanti o pesticidi, ne consente uno smaltimento biologico naturale.

 

Per secoli, nelle sue zone di origine, il Kapok è stato utilizzato per le sue proprietà naturali salutari per l'imbottitura di cuscini e di materassi, in particolare per la gravidanza e per il supporto per l’allattamento al seno.

 

 

##armadioverde, #moda sostenibile, #shopping sostenibile, #slow fashion, #tessuti, #fibre naturali, #fibre ecosostenibili