Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy, consultala se vuoi negare il consenso. Acconsenti all’uso dei cookie?

05.12.2018 | Armadio Verde Team

Le tradizioni natalizie che vengono dall'estero, che cosa possiamo imparare?

 

Ecco una serie di idee che possono essere da stimolo per ampliare i nostri rituali delle feste. Dalla Cina, alla Francia, tutti si preparano al Natale

 

Con l'inizio di dicembre è scattato anche il conto alla rovescia verso il Natale. Come ogni anno, l'incredibile atmosfera delle feste cresce ogni giorno di più e noi ci organizziamo frenetiche per riuscire a fare tutto. Decorazioni, regali, cene con gli amici, messa a punto del menù natalizio. È la tradizione a vincere. I cappelletti in brodo, il panettone comprato alla pasticceria x, che ci conosce da quando eravamo piccole. E poi le calze, o il maglione, da regalare sempre al proprio bimbo, compagno, papà. È anche bello scoprire usi e costumi di altri Paesi del mondo che si preparano al Natale. Alcuni li abbiamo già adottati, altri potrebbero incuriosirci e piacerci e quindi, perché no? Potremmo farlo nostri! Ecco una carrellata di curiosità che vengono dall'estero.

 

 

Francia

Si chiama Bûche de Noël, ed è la versione francese del nostro tronchetto, il dolce a forma di ceppo che tante di noi conoscono. È un grande classico della pasticceria francese e richiama il maestoso ciocco di legno che bruciava nel focolare da Natale a Capodanno.

Si prepara con la pasta biscuit e la ganache di cioccolato e va lasciato riposare in frigo e, prima di essere servito, va spalmato con la ganache rimasta. È bellissimo! Lo avete già provato?

 

Cina

Sapevate che in Cina circa il 5% della popolazione è cristiano? I cristiani cinesi iniziano a festeggiare il Natale celebrando l'Avvento. Noi spesso acquistiamo il calendario con cioccolatini/sorpresine che si nascondono dietro a ogni casella, mentre in Cina le persone illuminano le proprie case con lanterne di carta colorate. Girando per le strade, si possono trovare pagode di carta rossa ritagliate e sistemate sulle finestre.

 

 

Ungheria

Un dolce classico che si mangia anche prima di Natale in Ungheria è il beigli. È una crosta arrotolata tradizionalmente riempita con semi di papavero o noci che si compra in panetteria. Perché non variare proponendo questa ricetta alternativa sulle nostre tavole?

 

Polonia
Oltre alle classiche decorazioni casalinghe e per le vie delle città, in Polonia è tradizione allestire anche delle “cabine”, nelle piazze dei villaggi e dei centri urbani. Sono casupole decorate a tema natalizio, dove le persone distribuiscono caramelle, piccoli regali e cartoline.

 

Gran Bretagna

Sapete che cosa è un Christmas cracker? È un gadget natalizio che viene dal Regno Unito e che potete comprare online.

Si tratta di una sorta di piccolo tubo di cartone avvolto in carta coloratissima a tema natalizio. Tirandone le estremità, si spezza facendo un po' rumore, molto divertente. All'interno si nascondono le sorprese, come un cappello o coroncina di carta, un biglietto con una battuta, una filastrocca o un giocattolo. È tradizione che i cracker siano usati come segnaposto a tavola nel pranzo di Natale, e che ciascun commensale indossi il cappello di carta che trova nel proprio. Vengono però utilizzati anche come addobbi per l'albero.